PROPOSTE “ALLA CARTA”

  1. I) PREMESSA : 

LE  CARATTERISTICHE ATTUALI DEL COMMERCIO “AUTOMOTIVE” (VETTURE, VEICOLI COMMERCIALI E INDUSTRIALI, SCOOTER E MOTO)  RICHIEDONO UNA CAPACITA’ DI RISPOSTA IMMEDIATA DEGLI OPERATORI ALLE SFIDE DEL MERCATO (CONCORRENZA SLEALE INCLUSA), ALLE INIZIATIVE  NON CONDIVISIBILI DELLE CASE CONCEDENTI, ALLA PRECARIETA’ DEI RISULTATI ECONOMICI DELLE AZIENDE DI DISTRIBUZIONE E RIPARAZIONE, ALLA NECESSITA’ DI INTERVENIRE  TEMPESTIVAMENTE  E CON COMPETENZA PRESSO I TRIBUNALI, IN PARTICOLARE NEI CASI DI RECESSO O RISOLUZIONE ABUSIVA DEI CONTRATTI DI CONCESSIONE, CON DANNI RILEVANTI PER L’OPERATORE.

  1. II)   TARGET,MODUS OPERANDI,ONORARI “A’ LA CARTE” .
  • TARGET : A CHI MI RIVOLGO.

COME LE CONSULENZE, LE “PROPOSTE” SONO DESTINATE AGLI OPERATORI DEL SETTORE “AUTOMOTIVE” . PIU’ PRECISAMENTE, LE “PROPOSTE” CONVENGONO PARTICOLARMENTE AGLI OPERATORI CHE IN QUEL MOMENTO, DISPONGONO DI POCO TEMPO (REAGIRE SUBITO) E DI RISORSE MONETARIE MOLTO LIMITATE (PAGARE POCO) PER RISOL- VERE IL LORO PROBLEMA .

  • MODUS OPERANDI : COME SI PROCEDE.
  1. LECARATTERISTICHEDEI PROBLEMI DA TRATTARE DOVRANNO ESSERE TALI DA IMPEGNARE L’OPERATORE E IL SOTTOSCRITTO PER UN MAS- SIMO DI NOVANTA MINUTI DA SPENDERSI DURANTE UN SOLO GIORNO, PRESSO LA SEDE DELL’OPERATORE.
  2. GLI ONORARI PER UN INCONTRO DI UN MASSIMO DI NOVANTA MINUTI AMMONTANO A 750 EURO AL NETTO DI IVA ; A 915 EURO IVA INCLUSA.
  3. NEL CASO DIPROBLEMATICHE PIU’ ARTICOLATEE COMPLESSE, MA NON TALI DA NECESSITARE UNA CONSULENZA, SI POTRANNO CONCORDARE PREVENTIVAMENTE PIU’ INCONTRI.
  4. MOLTE SITUAZIONI RICHIEDONO INTERVENTIFREQUENTI , PER ESEMPIO QUANDO SI TRATTA DI MONITORARE ED ANALIZZARESETTIMANALMENTE O MENSILMENTE L’EVOLUZIONE DI UN PARAMETRO  NEL TEMPO: REALIZZAZIONE OBIETTIVI DI VENDITA, RISULTATO (UTILE O PERDITA) DELL’AZIENDA ; EFFICACIA DELLE MISURE CORRETTIVE ADOTTATE…
  5. LA CASISTICA E’ PRATICAMENTE INFINITA.MA LE DIFFICOLTA’ MAGGIORI DA SUPERARE SONO QUELLE CHE SI SVILUPPANO TRA CASA CONCEDENTE E CONCESSIONARIA(MINACCE DI RESILIAZIONE ,O DI REVOCA ; OBIETTIVI IRRAGGIUNGIBILI ; CAUSA CIVILE AVVIATA E TRANSAZIONE NEGATA ;  ESPOSIZIONE E TRATTATIVE DI VENDITA DI VETTURE NUOVE NEI LOCALI DI UN OPERATORE DI UNA MARCA CONCORRENTE… )O TRA DUE OPERATORI CHE RAPPRESENTANO LA STESSA MARCA (ACCUSE INCROCIATE DI CONCORRENZA SLEALE ; PRESUNTE INVASIONI DI ZONAPROPOSTE DI ASSUNZIONE A DIPENDENTI DELL’AZIENDA DIRETTAMENTE CONCORRENTE…) ETC.
  • DALLA CARTA AL MENU’ O VICEVERSA  (MASSIMA ELASTICITA’ PER IL CLIENTE) .
  1. QUELLO CHE CHIAMIAMO “MENU’” E’ UNA DELLECONSULENZE ELENCATE SUL SITO ( CLICCARE SU com  POI SULLA CONSULENZA SELEZIONATA ).
  2. IL CONCESSIONARIO/ ORGANIZZATO/RIPARATORE CHE  DESIDERA (O HA NECESSITA DI)RIDURRE IL NUMERO DEGLI INCONTRIPREVISTI   DEDURRA’ DAGLI ONORARI DELLA CONSULENZA , QUELLI GIA’ VERSATI PER LA “CARTE”, NEL LIMITE DEL 33 % DEGLI ONORARI DELLA CONSULENZA.
  3. PER ESEMPIO, SE SI TRATTA DI UNA CONSULENZA “STRATEGICA“, GLI ONORARI AMMONTANO A6000 EURO IVA ESCLUSA. SE L’OPERATORE HA GIA’ VERSATO GLI ONORARI DI DUEINCONTRI “A LA CARTE”, DEDURRA’ SEMPLICEMENTE 1 500 EURO DAI 6000 EURO (ONORARI DELLA CONSULENZA STRATEGICA) . 
  4. MA IN NESSUN CASO POTRA’ DEDURRE PIU’ DEL33%DEGLI ONORARI DELLA CONSULENZA VALE A DIRE 2000 EURO NEL CASO DI UNA CONSU- LENZA STRATEGICA.
  5. SE INVECE , UN CONCESSIONARIO DESIDERA PASSARE DALLA “CARTE”  AL MENU’ , AGGIUNGERA’A  QUANTO GIA’ VERSATO (FINO AL LIMITE DI 2250 EURO, OSSIA L’EQUIVALENTE DI TRE INCONTRI) , IL COMPLE -MENTO PER ARRIVARE – SEMPRE NEL CASO DI UNA CONSULENZA STRATEGICA- A 6000 EURO ; VERSERA’ PERTANTO UN SUPPLEMENTO DI 3750 EURO.
  6. VA DA SE’CHE IL PASSAGGIO DALLA “CARTE” AL “MENU” O VICE- VERSA, COMPORTA UN VANTAGGIO ECONOMICO RILEVANTE PER IL CONCESSIONARIO. PER ESEMPIO, CON GLI STESSI 1500 EURO (VEDI PUNTO 3), USUFRUIRA’ DI DUE INCONTRI DI 90 MINUTI ; E PAGHERA’ IL 25% DEGLI ONORARI DELLA CONSULENZA STRATEGICA.
  7. PER QUESTA RAGIONE, AL FINE DI EVITAREMANOVRE SPECULATIVEDA PARTE DI QUALCHE OPERATORE TROPPO FURBO, LO STESSO CONCESSIONARIO NON SARA’ GENERALMENTE AUTORIZZATO A RIPETERE LA STESSA OPERAZIONE, E NEPPURE A FARE UNA ANDATA E RITORNO TRA “CARTE” E “MENU“, DURANTE  UNO STESSO PERIODO DI DODICI MESI.
  • COSTI ANNESSI :

LE EVENTUALI SPESE DI TRASFERTA (TRENO 2 CLASSE !), VITTO (PANINI E ACQUA !) E ALLOGGIO (SINGLE!) SONO A CARICO DELL’OPERATORE.