BLOG 17 LUGLIO 2019 : “CRESCERE, CONTRO E SENZA.” DA ERNEST FERRARI

BLOG 17 LUGLIO 2019

“CRESCERE, CONTRO E SENZA.”

DA ERNEST FERRARI

________

I) INTRO: SE IL MERCATO NON C’E’; SE LA CONCORRENZA DOMINA …

… si deve contare sulla fortuna , o meglio, su se stesso. In effetti, è bene ricordare che la professionalità di chi lavora in un’Officina autorizzata o in una Concessionaria, è pragmaticamente superiore a quella di maggior parte della dirigenza all’opera nelle funzioni di “analisi” del mercato (ma si !) o di “proiezioni” stratosferiche di risultati economici imponderabili.

     Il mondo reale è più semplice : se il mercato si fa attendere, lo si estirpa col forcipe promozionale ; se la concorrenza domina, la si invita a tirar su i prezzi… e i margini. Semplicistico ? Perché no ? Il commercio non è una scienza esatta. E qualche volta, flirta perfino con l’oroscopo. Ora, è forse salutare tentare tutte le strade , ma la magia, l’occultismo o la superstizione non hanno nulla a che fare con il successo – o la sconfitta- commerciale.

II)INNOVARE   PER BATTERE LA CONCORRENZA, INTRABRAND O MENO . 

     Spesso, il Concessionario o  Riparatore più coriaceo, è quello che rappresenta la stessa marca del suo avversario,  magari vincente. Ora, sta al “timoniere” locale della marca in oggetto, “spiazzare” i suoi concorrenti isomarca, e sopraffare l’Azienda vicina. Da quel punto di vista, la politica commerciale della Casa concedente (per esempio Ford o GM) è spesso un ostacolo alla crescita dell’Operatore considerato. La “soluzione” consiste per l’Operatore nell’investire nella propria Azienda, differenziandola in meglio dalle altre in termini di comunicazione , di  politiche di vendita, di rotazione/rinnovo del personale, etc. 

           Sembra facile; non lo è.  Da un lato, il “gioco” tra le Case e le marche  sarà sempre più complesso perché le marche asiatiche dispongono di un potenziale immatricolativo praticamente inesauribile. D’altra parte, le Case e le marche, tradizionali o meno, sono soggette a desuetudine e scomparsa. Così come lo sono le innovazioni del prodotto (elettrificazione; vetture senza conducente) e quelle del business automobilistico (noleggio e pseudo vendita a clientela irretita in formule decennali; …).

III) TRE AFORISMI CONCLUSIVI, DA E.F., AI NAVIGANTI:

  • Il tempo dedicato dal Venditore , dal  Titolare o dal Capo Officina, alla sua scrivania, è  tempo perso o morto .
  • Dai Concorrenti, si impara innanzitutto ciò che conviene loro trasmettere soltanto agli innocui e agli imbelli (da non confondere con gli imbecilli) .
  • Crescere contro il mercato fiacco insegna molto a chi sa discernere tra successo e vanagloria.

_______

TESTO COMPLETO E DEFINITVO

SCRITTO A ROMA DA ERNEST FERRARI IL 17/23 LUGLIO 2019