FLASH 6 APRILE 2019 : “ITALIA : IL MERCATO AUTOMOBILISTICO DI MARZO CALA DEL 9,61% RISPETTO AL MARZO 2018” DA ERNEST FERRARI

FLASH 6 APRILE 2019

“ITALIA : IL MERCATO AUTOMOBILISTICO DI MARZO CROLLA DEL 9,61% RISPETTO AL MARZO 2018” .

DA ERNEST FERRARI

_____________

I) INTRODUZIONE : “TANTO TUONO’ CHE PIOVVE” (MENO 9,61%!!)

                    Quello dell’Automobile è sicuramente il settore industriale più dinamico e innovativo del mondo in espansione. Si dà anche il caso che i risultati dell’automobile sono anche/soprattutto un indice  dell’andamento dell’industria in generale. Ossia : se l’automobile “cresce”, l’industria segue.

                       Un crollo del 9,61% , come quello registrato a marzo, è una vera sciagura per il Paese. In effetti, l’indotto del settore da un lato, e le infrastr- utture (strade ;  autostrade ; stazioni di servizio ; officine ; carrozzerie..) dall’altro , contribuiscono alla crescita della ricchezza del Paese. Il caso della TAV è emblematico.

II) L’AVVENIRE DURA A LUNGO…

                      … ma è meglio non esagerare. Dal Sole 24 ore del 2 Aprile, sotto il titolo “il boomerang dell’ ecobonus ” (prima pagina) si legge :”(…) le vend- ite di modelli incentivati diminuiscono di un 20%, mentre quelle delle auto colpite dalla nuova tassa sono aumentate del 60%.”

                      Il che significa  che le politiche attuate in Italia per l’Autom- obile in questi giorni sono quanto meno inefficaci, se non del tutto incoe- renti. Senza volere infierire, si deve in effetti rilevare che i modelli di gamma alta, vale a dire i modelli con un  margine elevato, si vendono benissimo (+60%) malgrado la nuova tassa,  mentre i modelli con un margine ridotto si vendono male (-20%), nonostante l’incentivazione in atto ! In entrambi i casi, si buttano i soldi dalla finestra.

                       Diceva Giulio Andreotti : “A pensar male, si fa peccato ; ma spesso ci si azzecca.” Se aveva ragione, e credo che ce l’aveva, due sono le spiegazioni possibili della situazione  attuale : la prima è l’incompetenza; l’altra , il menefreghismo piu’ assoluto. 

______________

Testo completo e  definitivo

scritto a Roma il 2 aprile 2019, da Ernest Ferrari

Autore: Ernest Ferrari

PRIME CONSIDERAZIONI : L'AUTOMOBILE HA DUE ANIME : DA UN LATO, SERVE A TRASPORTARE LE PERSONE E GLI OGGETTI DA UN PUNTO AD UN ALTRO. D'ALTRO LATO, E' UN FORMIDABILE FATTORE DI INCREMENTO DELLA LIBERTA' INDIVIDUALE DEGLI ESSERI UMANI. DETTO QUESTO, NON MI SONO MAI INNAMORATO DEL PRODOTTO " AUTOMOBILE". E NEMMENO OGGI O FRA 10 ANNI PERDERO' LA TESTA PER UNA MACCHINA, MALGRADO GLI INVESTIMENTI IMPONENTI DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE PER RENDERLO TECNICAMENTE ED ESTETICAMENTE PERFETTO . PER ME, CONTA LA DISTRIBUZIONE (VENDITA) E LA RIPARAZIONE DEL PRODOTTO. IN UNA PAROLA : MI INTERESSA IL MERCATO E SOLTANTO IL MERCATO . INOLTRE, CREDO CHE CHI SI INNAMORA DELLE MACCHINE NON OTTIMIZZA MAI IL BUSINESS DELLA PROPRIA AZIENDA. MOLTE VOLTE , NE HO AVUTO LA PROVA.