BLOG 8 NOVEMBRE 2018 : ” SE IL NUOVO E’ VUOTO… ” , DA ERNEST FERRARI

BLOG 8 NOVEMBRE 2018

“SE IL NUOVO E’ VUOTO.”

DA ERNEST FERRARI

_______________

I) INTRODUZIONE: SE IL VUOTO NON E’ NUOVO…

       Innanzitutto, si sa che i non-pensanti di sesso maschile, tra gli umani in buona salute, sono da sempre la stragrande maggioranza della nostra  specie. Sono peraltro convinto che  la grande prova della maternità fa si che le donne sono l’autentico sesso forte: quello che pensa e consola.

        L’espressione ” Se il vuoto non è nuovo ” mi ricorda i soprannome che alcuni  adolescenti, avevano appioppato ad un loro simpatico compagno. Lo chiamavano “vuoto a perdere“. Ma lui non rideva troppo forte ; e io non rido più da secoli: Nessun essere umano è vuoto ; nessuno è “a perdere”.

          Ma molti, per squadre di undici, vivono di calci, palloni, reti, ed hanno certamente le loro ragioni per farlo. Qui non parliamo di soldi, ma di scelte di vita : è rigorosamente impossibile, credo,  correre dietro ad un pallone e sviluppare contemporaneamente un pensiero filosofico, o risolvere un problema di fisica .

II)  SE IL NUOVO E’ VUOTO:L’AUTOMOBILE E LA NON-STRATEGIA, OGGI.  

             L’automobile è ancora un mito ? Certamente , e lo rimarrà almeno finché ci saranno le gare di Formula 1 : nonostante tutto, ivi comprese le decisioni più recenti e più’ pericolose del settore, nessun altro oggetto  genera tanto entusiasmo e soddisfa tante aspirazioni .

                Ma l’automobile sta perdendo colpi , come è stato dimostrato all’ultimo “Salon de l’Automobile di Parigi : così si affievoliscono gli entusiasmi ; così declinano i miti. D’altronde, la “professione ” fa il possibile per preoccupare la clientela più vasta, trastullandosi con un concetto perdente : quello della vettura a guida autonoma.

                 La vettura “a guida autonoma” (Tesla per esempio) è una vera calamita’ per il settore. Alcuni incidenti mortali si sono già verificati , come era ampiamente prevedibile ; non è così che si ricostruirà il mito, e soprattutto è così che si trascureranno le strategie di sviluppo indispensabili per un settore industriale senza eguali .

 III) E LA POLITICA ? CONCLUSIONI SENZA PROSPETTIVA.

                    Raramente, la Politica con la “P” maiuscola è stata così fragile nella sostanza, e rumorosa nell’esprimersi. Tutti sanno che il nostro Paese dovrà sottostare alla severità europea, giustificata dalle pantomime grottesche e dall’incompetenza flagrante del M5s , prima ancora che dall’incapacità sostanziale di rispettare i criteri economici e finanziari europei.

                       Tra gli episodi più desolanti, spicca in questi giorni, il caso Raggi, che vede la sindaca di Roma sottoposta a processo, in una Capitale sommersa dai rifiuti, ferita dalle buche nelle strade, assediata dalla malavita stanziale o da stupratori e criminali venuti da lontano.

                         La politica, dunque, è nuda. Immaginare, in queste circostanze che un Di Maio abbia avuto l’ardire di chiedere l’impeachment del Presidente della Repubblica, è una sfida grottesca al vivere civile. E alla sopportazione dei cittadini onesti. L’unica notizia apparentemente positiva, è il silenzio prolungato del noto comico Beppe Grillo.

________________

Testo incompleto e non definitivo.

Scritto a Roma il 9 novembre 2018 da Ernest Ferrari

                          

Autore: Ernest Ferrari

PRIME CONSIDERAZIONI : L'AUTOMOBILE HA DUE ANIME : DA UN LATO, SERVE A TRASPORTARE LE PERSONE E GLI OGGETTI DA UN PUNTO AD UN ALTRO. D'ALTRO LATO, E' UN FORMIDABILE FATTORE DI INCREMENTO DELLA LIBERTA' INDIVIDUALE DEGLI ESSERI UMANI. DETTO QUESTO, NON MI SONO MAI INNAMORATO DEL PRODOTTO " AUTOMOBILE". E NEMMENO OGGI O FRA 10 ANNI PERDERO' LA TESTA PER UNA MACCHINA, MALGRADO GLI INVESTIMENTI IMPONENTI DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE PER RENDERLO TECNICAMENTE ED ESTETICAMENTE PERFETTO . PER ME, CONTA LA DISTRIBUZIONE (VENDITA) E LA RIPARAZIONE DEL PRODOTTO. IN UNA PAROLA : MI INTERESSA IL MERCATO E SOLTANTO IL MERCATO . INOLTRE, CREDO CHE CHI SI INNAMORA DELLE MACCHINE NON OTTIMIZZA MAI IL BUSINESS DELLA PROPRIA AZIENDA. MOLTE VOLTE , NE HO AVUTO LA PROVA.