BLOG 6 OTTOBRE 2018, DA ERNEST FERRARI : ” L’ ITALIA VISTA DALL’ “ECONOMIST” (6-12 OTTOBRE 2018)

BLOG 6 OTTOBRE 2018

DA ERNEST FERRARI:

L’ Italia vista dall’ “Economist”(6-12 ottobre 2018). Traduzione , scelta brani e commenti da EF .

_____________

I) Introduzione : Art. pagina 13 :” Italy’s budget plans – Nearer the brink” (piu’ vicini al limite) ? 

     Il titolo si riferisce all’Italia, e il “limite” può essere quello della pazienza europea nei nostri confronti. Oppure, più genericamente, quello della  più forte -la democrazia europea- nei confronti del più arrogante -il populismo di stampo grillino, rappresentato in Italia da Di Maio.

    Il quale Di Maio ha diritto ad un articolo solo per lui : pagina 21 : “Italy’s budget row – Di Maio tries to take charge” (Di Maio prova  a incrementare il suo peso, il suo potere .)… magari all’interno del governo.

     Ora, se l'”Economist” non è la Bibbia, è comunque una voce che non grida nel deserto.

II) Brani scelti da EF:

pag.14 : “(…) without reform, Italy’s exorbitant debt burden of about 130% of GDP will fall slowly at best. Politics could yet push the county nearer default. The budget is a slap in the face for the European Commission (…)”

Trad . E.F. : “(…) senza riforme, il fardello esorbitante del 130% circa del PIL si ridurrà lentamente, nella migliore delle ipotesi . La Politica potrebbe tuttavia spingere il Paese più vicino alla bancarotta.  Il Budget è, per la Commissione europea, uno schiaffo sulla faccia.  

pag.21 : “Best of frenemies ” (…) .”Yet, Mr Di Maio (…) has since had to  play second fiddle to his fellow- deputy prime minister, the brash Mr Salvini. (…)”

Trad. E.F. : Il migliore degli “amicnemici” (…) “Tuttavia, il signor Di Maio (…) ha dovuto impersonare il secondo violino del suo collega vice primo ministro, l’esuberante signor Salvini” (…) .

pag.22 : “(…) but by the end of October two ratings agencies, Standard&Poor’s and Moody’s are due to review their classification of Italy’s bonds.

Trad. E.F. : “(…) a fine ottobre, due Agenzie di Rating , Standard and Poor’s e Moody’s,  pubblicheranno la loro classificazione dei “Buoni” italiani.

III) Considerazioni personali sul futuro (quasi) immediato. 

  • Riferendoci alla fragilità della compagine governativa attuale in Italia, e alle personalità egocentriche dotate di poteri eccessivi, non c’è molto posto per un ottimismo che le controparti (Unione Europea ; Paesi leader come Francia e Germania ; Partner sociali /Sindacati etc.) non condivideranno, se non a titolo di provvisorietà evanescente.
  • Il populismo non offre nessuna soluzione durevole al funzionamento dell’Europa.
  • Sarebbe un’ingenuità , supporre  che l’Italexit sia esclusa dalle ipotesi dei Paesi con maggiore influenza.

__________________

TESTO PROVVISORIO E INCOMPLETO

SCRITTO A ROMA IL 6 OTTOBRE 2018 DA ERNEST FERRARI