“FINITE LE FESTE, LA GRANDE FESTA DEL MERCATO COMINCIA”. DA ERNEST FERRARI ; 6 GENNAIO 2018 .

“FINITE LE FESTE, LA GRANDE FESTA DEL MERCATO COMINCIA.”

DA ERNEST FERRARI ; 6/8 GENNAIO 2018.

______________

I) OSSERVAZIONI PERSONALI, IN GUISA DI INTRODUZIONE.

         L’ONDA LUNGA DELLA CRESCITA DEL MERCATO AUTOMOBILISTICO IN ITALIA, L’HO INDICATA PER LA PRIMA VOLTA IO, E SOLO IO, A FINE   DICEMBRE 2013 , ALLORCHE’ IL MERCATO AVEVA REGISTRATO UN SEMPLICE RALLENTAMENTO… DELLA PERCENTUALE DI CADUTA DEI VOLUMI IMMATRICOLATIVI. LA COSA E’ RIPORTATA NEI BLOG DI QUEL PERIODO.

          MESI FA (10 OTTOBRE 2017), SONO RICADUTO NEL VIZIO DELLE PREVISIONI CONTRO- CORRENTE  : HO ANNUNCIATO PER L’ANNO AUTOMOBILISTICO 2018 (SETTEMBRE 2017-AGOSTO 2018) UN MERCATO DI 2 200 000 (DUE MILIONI DUECENTOMILA)IMMATRICOLAZIONI DI VETTURE NUOVE. SARA’ COSI’? AL MOMENTO, L’ESPANSIONE DELL’ECONOMIA ITALIANA LASCIA PENSARE CHE SARA’ PROPRIO COSI’.

             UN GIORNO LONTANO, L’AVVOCATO ANNUNCIO’ : “LA FESTA E’ FINITA” ; ED AVEVA RAGIONE. OGGI, CHISSA’ CHE COSA DIREBBE. LA SUA GRANDE AZIENDA STA MEGLIO ANCORA DEL GRANDE MERCATO CHE CI ASPETTA.

II) LA GRANDE FESTA DEL MERCATO. 

 DUE COMPONENTI SOSTENGONO E STIMOLANO L’ESPANSIONE DEL MERCATO AUTOMOBILISTICO, MAGARI IN ITALIA PIU’ CHE ALTROVE :

  1. LA RESILIENZA DEL BUSINESS AUTOMOBILISTICO. 

MALGRADO LE MULTE MILIARDARIE COMMINATE DALLE AUTORITA’ EUROPEE ALLE CASE AUTOMOBILISTICHE IN INFRAZIONE (EMISSIONI INQUINANTI), LA CRESCITA DEL MERCATO NON SI INTERROMPE NE’ RALLENTA ; ANZI! TENDE AD ACCELERARSI. ORA, NON SI PUO’ DIRE CHE IL PUBBLICO IGNORA I FATTI : LA STAMPA E’ PARTICOLARMENTE EFFICACE NEL DIFFONDERE LE INFRAZIONI APPENA CITATE, E LE CONSEGUENZE  DELLE STESSE IN MATERIA DI SALUTE PUBBLICA. INOLTRE, L’ELETTRIFICAZIONE DEL PARCO CIRCOLANTE, CONSIDERATA UNA PANACEA,  RIMARRA’ A LUNGO (VENT’ANNI? CINQUANTA?) UN FENOMENO MARGINALE.

2.  L’INESISTENZA… DI UNA  ALTERNATIVA ALL’AUTOMOBILE. 

LA NOSTRA E’ UNA/LA CIVILTA’ DELL’AUTOMOBILE. FATTORE INSOSTITUIBILE DELLA LIBERTA’ DELL’INDIVIDUO, L’AUTO E’ ANCHE UN FENOMENO INDUSTRIALE  DI PRIMARIA IMPORTANZA.  

III) UNA CRESCITA DUREVOLE.

DETTO QUANTO PRECEDE, E’ LA ROBUSTA CRESCITA DELL’ ECONOMIA ITALIANA A SPINGERE VERSO L’ALTO IL MERCATO AUTOMOBILISTICO (E NON SOLO QUELLO) .  SECONDO OGNI PROBABILITA’, SI TRATTA DI UNO SVILUPPO DUREVOLE, NON DI UN FENOMENO CONGIUNTURALE.

LE CONSEGUENZE DI QUESTA SITUAZIONE PER LE RETI DI DISTRIBU- ZIONE E RIPARAZIONE , SONO DI NATURA STRATEGICA. SI TRATTA, PER GLI OPERATORI, DI PRENDERE DECISIONI FONDAMENTALI IN MATERIA DI INVESTIMENTI ( DA NON FARE NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI, DATI GLI ECCESSI IMPOSTI NEGLI ANNI RECENTI  DALLE CASE CONCEDENTI),  E DI COMPETITIVITA’ .

NATURALMENTE, QUESTO COMPORTERA’ UNA ACCENTUAZIONE DELLA CONCORRENZA , SIA INTRA BRAND CHE TRA LE MARCHE. LA SCELTA DEL PORTAFOGLIO DI MARCHE DELL’AZIENDA, COME GIA’ INDICATO IN BLOG PRECEDENTI, E’ FONDAMENTALE.

IV) CONCLUSIONI PROVVISORIE E AVVISI AI NAVIGANTI.

  • UN FENOMENO DI FORTE E LUNGA CRESCITA DEL MERCATO COME QUELLO APPENA AVVIATO, COMPORTA SEMPRE DELLE FASI DI RALLENTAMENTO O ADDIRITTURA DI  RECESSIONE.
  • STA AL TITOLARE DELL’AZIENDA, E A LUI SOLO, VALUTARE LE VARIAZIONI EVENTUALI DA APPORTARE ALLA STRATEGIA AZIENDALE.
  • PER QUANTO CONCERNE L’INTROMISSIONE DELLE CASE CONCEDENTI NEL BUSINESS DEGLI OPERATORI, DEVE NATURALMENTE ESSERE ARGINATA, PERCHE’ E’ VEROSIMILE UN DIVARIO CRESCENTE DI OPINIONI TRA CASE E OPERATORI, PER QUANTO RIGUARDA L’IMPIEGO DELLE RISORSE FINANZIARIE DISPONIBILI IN AZIENDA. 
  • MOLTO SPESSO, PER GLI OPERATORI, SARA’ PIU’ OPPORTUNO SOSTENERE IL RITMO DI CRESCITA  DEI VOLUMI (PROMOZIONI?) PER AMPLIARE IL PROPRIO PARCO CLIENTI ; ANZICHE’ INVESTIRE ANCORA NEL CAPITALE IMMOBILIZZATO .
  • UNA POLITICA DI COMUNICAZIONE AZIENDALE E’ INDISPENSABILE, PERCHE’ IN QUESTO CASO, IL SILENZIO NON E’ D’ORO, MA DI PIOMBO.

 ____________________

TESTO COMPLETO E DEFINITIVO

SCRITTO A ROMA DA ERNEST  FERRARI IL 6/7/8 GENNAIO 2018.

 

Autore: Ernest Ferrari

PRIME CONSIDERAZIONI : L'AUTOMOBILE HA DUE ANIME : DA UN LATO, SERVE A TRASPORTARE LE PERSONE E GLI OGGETTI DA UN PUNTO AD UN ALTRO. D'ALTRO LATO, E' UN FORMIDABILE FATTORE DI INCREMENTO DELLA LIBERTA' INDIVIDUALE DEGLI ESSERI UMANI. DETTO QUESTO, NON MI SONO MAI INNAMORATO DEL PRODOTTO " AUTOMOBILE". E NEMMENO OGGI O FRA 10 ANNI PERDERO' LA TESTA PER UNA MACCHINA, MALGRADO GLI INVESTIMENTI IMPONENTI DELLE CASE AUTOMOBILISTICHE PER RENDERLO TECNICAMENTE ED ESTETICAMENTE PERFETTO . PER ME, CONTA LA DISTRIBUZIONE (VENDITA) E LA RIPARAZIONE DEL PRODOTTO. IN UNA PAROLA : MI INTERESSA IL MERCATO E SOLTANTO IL MERCATO . INOLTRE, CREDO CHE CHI SI INNAMORA DELLE MACCHINE NON OTTIMIZZA MAI IL BUSINESS DELLA PROPRIA AZIENDA. MOLTE VOLTE , NE HO AVUTO LA PROVA.